Il problema delle favelas

I dati fanno rabbrividire, sono più di 11 milioni i brasiliani che vivono nella favelas, agglomerati urbani dove la povertà e la criminalità regna sovrana. Nel 2014 in Brasile si sono organizzati i Mondiali di calcio e nel 2016 le prime Olinpiadi organizzate nel Sud America. I costi per organizzare questi due eventi sportvi (forse insieme al Super Bowl i tre eventi sportivi più importanti e seguiti nel mondo) sono stimati in qualche miliardo di dollari, la domanda è chiara:invece di organizzare mondiali e olimpiadi i politici e le istituzioni brasiliane non potevano migliorare la condizione degli abitanti delle favelas con una ristrutturazione degli agglomerati ed un aumento dei controlli per diminuire la criminalità ? Il problema è che questi paesi sono in una specie di limbo, non sono poveri come gli stati dell’Africa e ovviamente non sono ricchi come gli Stati Uniti o la Germania, essendo in questo limbo l’influenza mediatica è bassa e il mondo ritiene questo tipo di paesi abbastanza sviluppati ma se i politici brasiliani non riescono a migliorare la situazione del 6% della popolazione allora ci dovranno pensare le istituzioni che sono nate per risolvere questo tipo di problemi. La NATO e l’ONU parlano molto ma il problema rimane e va affrontato il prima possibile. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...